L’Huffington Post lancia un vero e proprio sondaggio. Argomento? Le Barbie Plus Size. Ci si chiede se le bambine abbiano bisogno anche di esse: dovrebbero avere diversi modelli con cui giocare e confrontarsi, oppure non servono perché tanto i bambini non fanno caso alla taglia della propria Barbie? Tra qualche giorno sapremo il verdetto.

Nel frattempo il magazine Daily Venus Diva cerca di censire quali e quanti modelli di Barbie Plus Size siano effettivamente sul mercato: oltre alla Emme Doll, che ripropone le fattezze dell’omonima modella paladina delle curvy, alla Rosie O’Donnel Barbie, ispirata alla conduttrice televisiva e attivista per i diritti delle persone, e alla bizzarra Ciotka Kena, giovanile zia di Ken (questa la traduzione letterale) avvistata solo in Polonia, sembra che le Barbie con le curve siano qualcosa di più unico che raro.

E dire che la Barbie si è evoluta negli anni, stando al passo con le mode e i trend, fino a essere rappresentata – ultima nata in casa Mattel – con il corpo tatuato. Non sarebbe ora di aggiornare il giro vita della bambolina più famosa del mondo alle misure delle donne curvy?